Artisti per Alcamo - Appuntamento letterario con Marcello Fois e Santo Piazzese

6 Aug

posted by

Categories: News ed Eventi

Comments: 0

LE CONVERSAZIONI: Marcello Fois e Santo Piazzese

LA MOSTRA : “Le parole non servono” ritratti di Giuseppe La Spada

M. Fois, scrittore, vince il Premio Italo Calvino, il premio Super Grinzane Cavour, il premio Volponi e il premio Alassio. L’ultimo romanzo L’importanza dei luoghi comuni. Con Il tempo di mezzo è stato finalista al Premio Campiello e al Premio Strega. È fra gli autori dell’antologia benefica Sei per la Sardegna i cui proventi saranno destinati alla comunità di Bitti, un paese gravemente danneggiato dalla recente alluvione.

S.Piazzese biologo “prestato alla scrittura”, come scrittore esordisce nel 1996, con I delitti di via Medina-Sidonia, con cui vince il Festival del Primo Romanzo, a cura del Salone del Libro di Torino e del Festival du Premier Roman di Chambéry. Dai suoi romanzisono state tratte le sceneggiature per la produzione di film per la televisione. Collabora con il quotidiano La Repubblica e con numerose riviste italiane e straniere.

Il programma completo dell'ARABAFENICE - ARTISTIPERALCAMO2014.

1 Aug

posted by

Categories: News ed Eventi, Senza categoria

Comments: 0

SUL MONTE BONIFATO LA RASSEGNA L’ARABAFENICE CONVERSAZIONI AL TRAMONTO SU MUSICA, TEATRO E LETTERATURA

download programma eventi

Suoni, parole, immagini e idee per un ciclo di conversazioni al tramonto incorniciate nella natura e nella storia, a seicento metri di altitudine. Incontri con la creatività da trascorrere tra una performance, un bicchiere di vino e una chiacchierata tra gli artisti e con gli artisti, che parleranno di sé, del proprio lavoro e dei progetti per il futuro.

Si inaugura domani sera (25 luglio) alle 19, presso il ristorante La Funtanazza sul monte Bonifato, ad Alcamo, la rassegna Artisti per Alcamo – L’Arabafenice, che andrà avanti fino al 4 settembre nella sede e negli spazi all’aperto della riserva naturale orientata Bosco d’Alcamo, gestita dall’associazione Vivilbosco.

Ad aprire il cartellone sarà il folk-rock narrativo della band palermitana Le Formiche, che dialogherà tra un brano e l’altro con Riccardo Stellino dell’associazione Koinè di Alcamo. Le Formiche hanno pubblicato nel gennaio scorso il cd d’esordio, intitolato Figli di nessuno, e sono un quartetto formato da Giuseppe LaFormica (testi, voce e chitarra), Carmelo Drago (basso), Valerio Mina (chitarra) e Roberto Calabrese (batteria). Ingresso libero (7 euro l’eventuale consumazione dell’aperitivo).

Ideata e coordinata da Giuseppe Cutino, L’Arabafenice è stata inserita dal Comune di Alcamo nell’Estate alcamese 2014. Tra gli eventi in programma, la conversazione che il 4 agosto vedrà il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco, autore di Buttanissima Sicilia, insieme con Baldo Licata, primario anestesista dell’ospedale Sant’Antonio di Padova (suo il libro L’oscura meraviglia).

Sfondo letterario anche per il binomio del 7 agosto: Marcello Fois, pluripremiato autore de L’importanza dei luoghi comuni, discuterà con Santo Piazzese, già vincitore del Festival del primo romanzo nel 1996 con I delitti di via Medina Sidonia e ispiratore, coi suoi romanzi, di diverse sceneggiature televisive.

Letteratura e teatro si intrecceranno nell’incontro del 9 agosto tra il giornalista e scrittore Roberto Alajmo, direttore del Teatro Biondo Stabile di Palermo, e Alfio Scuderi, regista curatore degli allestimenti di più edizioni del Festino di Santa Rosalia.

Commistione di generi anche nell’appuntamento del 3 agosto tra lo scrittore, attore e regista teatrale Davide Enia, che parlerà del suo ultimo libro Uomini e pecore, e il musicista Fabio Rizzo, e nel rendez-vous del 31 agosto in cui la scrittrice-drammaturga Beatrice Monroy converserà sul suo nuovo romanzo, intitolato Oltre il vasto oceano, con Enzo Guarrasi, ordinario di geografia all’università di Palermo.

Mix teatro-cinema, invece, nell’atteso meeting della regista teatrale e cinematografica Emma Dante, autrice del film di Via Castellana Bandiera, con l’attrice Sabrina Petyx, che concluderà la rassegna il 4 settembre.

Completano il programma le conversazioni tra il poeta-cantautore Salvatore Ruisi e il ricercatore in campo artistico Leonardo Ruvolo (29 luglio), tra lo scrittore-giornalista Giuseppe Rizzo e la free-lance Eleonora Lombardo (20 agosto), tra il cantautore Alessio Bondì e il regista cinematografico Giovanni Calvaruso (28 agosto), tra l’attore e drammaturgo Rosario Palazzolo e la giornalista-blogger Maria Peritore (30 agosto) e, per l’architettura, tra il paesaggista Annibale Sicurella e il designer Fabrizio Ruffino (2 settembre). La musica sarà invece al centro dell’appuntamento del 17 agosto con Da Black Jezus e Leonardo Ruvolo.

Ad accompagnare il calendario degli incontri ci sarà anche una sezione dedicata alle arti visive. In programma due mostre fotografiche: dal 25 luglio al 10 agosto Le parole non servono di Giuseppe La Spada (già art director per Marco Mengoni), con istantanee scattate a Fiorello, Isabella Ragonese e Stefania Petyx, testimonial della campagna benefica in favore del 5×1000 all’associazione Piera Cutino, e altre foto che ritraggono vari protagonisti dell’attività dell’associazione; dal 22 agosto al 4 settembre Sovrappensieri, di Ivano Iaia, reduce dall’esposizione Shoot4planet che si è tenuta ad aprile al MAXXI di Roma.

Nel mezzo, dall’11 al 21 agosto, ci sarà L’architetto e la sua città, esposizione di progetti ispirati al tema della riqualificazione di spazi e luoghi del territorio alcamese. I curatori sono Alessandra Accardi, Bino Ferrara e Valeria Ingroia.

L’Arabafenice – spiega Giuseppe Cutino, ideatore e coordinatore della manifestazione – vuole essere un invito a prendersi del tempo per se stessi, ad ascoltare le proprie curiosità, a scoprire attraverso l’arte i luoghi incontaminati dell’animo, oltre che quelli della natura. Monte Bonifato è uno di quei luoghi in cui è possibile fermarsi, ascoltare e ascoltarsi. Il titolo della rassegna vuole anche simboleggiare la rinascita di Artisti per Alcamo, che torna dopo otto anni di inattività”.

La rassegna culturale andrà ad arricchire l’offerta rivolta ai visitatori dell’area protetta, che comprende già un parco avventura con sei percorsi, sentieri per il trekking con in più visite guidate ai resti archeologici del borgo medievale Bunifat, otto punti barbecue, percorsi per nordic walking, jogging, orienteering e mountain bike, un centro di documentazione sull’ambiente, l’ostello Cielo d’Alcamo e il nuovo ristorante La Funtanazza.

Laboratori creativi, didattici e divulgativi attraverso il gioco e la creatività. Dedicato ai bambini sui temi del riuso, del riciclo e del rispetto per l’ambiente.

I sapori della Riserva del Bosco di Alcamo in tavola al ristorante "La Funtanazza". Aperto a pranzo e cena. Lunedì chiusura settimanale. Si consiglia prenotazione.

Percorsi in altezza, Nordic Walking, mountain bike, trekking, laboratori creativi e didattici e molto altro per vivere l'Avventura della Natura.

L'Ostello "Cielo d'Alcamo" situato nel cuore della Riserva Naturale Orienta del Bosco d'Alcamo sul Monte Bonifato.

logo_tp